SU SCRAVAMENTU

La mattina del Sabato Santo, la Confraternita e la massa sono di nuovo in Cattedrale per celebrare, questa volta in forma più intima e raccolta, la rimozione del simulacro dalla croce e la sua deposizione nella lettiga, sulla quale farà ritorno a Villanova nel pomeriggio.

Su Scravamentu della Confraternita della Solitudine, tradizionalmente silenzioso, vede ormai da diversi anni la partecipazione attiva dei cantori, incaricati di accompagnare, commentare e completare con il loro repertorio un momento rituale significativo e delicato, tanto sul piano ideale dei contenuti e dei valori quanto su quello pratico dello spostamento della preziosa opera d’arte lignea.